Prima di conoscere il grave effetto cancerogeno delle sue fibre, specialmente se inalate, l'amianto è stato abbondantemente utilizzato nell'industria e nell'edilizia per le sue proprietà fisiche e ignifughe, principalmente in due modi: spruzzato in miscele semi-liquide al fine di rivestire tubazioni, carrozze ferroviarie, forni e altre superfici soggette ad alte temperature; oppure miscelato al cemento. In questo caso si parla di Eternit, nome che deriva dal brevetto dell'azienda produttrice: un materiale caratterizzato da bassi costi di produzione, resistenza meccanica e leggerezza, che si è enormemente diffuso come copertura per capannoni e abitazioni.

Dal 1992 l'Italia ne ha vietato la produzione e il commercio.

I tre tipi di intervento sull'amianto.

La bonifica dell'amianto in matrice friabile o compatta è stata regolata dal DM del 6 settembre 1994, secondo tre modalità:

INCAPSULAMENTO

Si parla di incapsulamento quando le lastre o gli altri oggetti in amianto sono verniciati con liquidi idonei che bloccano le pericolose fibre, impedendone la dispersione nell'aria

CONFINAMENTO

Si ha il confinamento dei materiali contenenti amianto quando sono rinchiusi in un'intercapedine, oppure (previo incapsulamento) se viene sovrapposta una barriera tra l'amianto e l'ambiente accessibile

COPERTURA

Il terzo e ultimo metodo previsto dalla legge è quello della copertura, che consiste nel ricoprire la superficie con una lamiera che segue ricalcandola la stessa forma ondulata dell'eternit.

Una volta rimossi, i manufatti che contengono amianto vengono eliminati per sempre e tutti i rifiuti prodotti dalla lavorazione vengono confezionati e sigillati in modo idoneo per poi essere trasportati in discariche autorizzate.

Detrazioni fiscali

Il DPR 917/1986 (art. 16 bis, comma 1, lettera I) prevede per gli interventi su immobili abitativi e relative pertinenze una detrazione del 50% a esclusivo beneficio di persone fisiche, ditte individuali e società di persone, e vale anche per le civili abitazioni. Dai vantaggi fiscali rimangono escluse le società di capitale. La detraibilità è del 50% entro i € 96.000 di spesa in 10 anni, comprensivi di IVA. L'aliquota del 50% e il tetto di € 96.000 sono validi fino al 31/12/2017.

Contatta l'azienda

PREVENTIVI GRATUITI - INFORMAZIONI